Partiamo da una premessa doverosa: i dati ufficiali non sono positivi per le esportazioni italiane di arredamento. Ma gli ultimi a disposizione si riferiscono al primo semestre dell’anno e risentono, come spiega la presidente di Assarredo Maria Porro, del crollo dei mesi di lockdown, con un calo complessivo del 22% rispetto ai primi sei mesi del 2019 per il comparto arredamento: circa 29mila imprese che, nel 2019, hanno realizzato un fatturato alla produzione di 27,5 miliardi di euro, di cui 14,5 sui mercati esteri (dati FederlegnoArredo).
Tra giugno e settembre c’è stato un sensibile recupero delle vendite complessive – non ancora fotografato dai dati, ma riportato dal sentimenti di molte aziende – che ha portato in alcuni casi a ricavi persino superiori a quelle dello stesso periodo dello scorso anno. Una situazione che riguarda però soprattutto le grandi aziende più internazionalizzate.
[tratto da IlSole24ore, 6 ottobre 2020]

VAI ALL’ARTICOLO