Uno dei momenti, forse più bizzarri, dei miei cinque anni in Asia era passare di fronte allo store della mia azienda a Raffles City a Shanghai e vedere come su uno schermo automaticamente all’immagine del mio viso venisse applicato mascara e rossetto. Quello che stavo sperimentando era una delle varie tecnologie di realtà aumentata come Magic Mirror o Modiface, che permettono di provare virtualmente il makeup e che da qualche anno vengono ampiamente utilizzate nel mondo della cosmesi di lusso.
[tratto da Manageritalia, 28 agosto 2020]

VAI ALL’ARTICOLO