Balzo in avanti nelle aperture di nuovi punti vendita oltre confine da parte dei retailer italiani. È questo il dato che emerge dall’annuale Osservatorio Confimprese sull’estero. Il benchmark 2018 segnala un incremento del 30% con 365 opening contro i 270 dell’anno precedente. Per la prima volta il fashion sorpassa il food: previsti 128 nuovi insediamenti contro i 67 dell’alimentare. L’immobiliare segna un boom di aperture, 110 in tutto il mondo.
Nelle aree di destinazione l’Europa con Francia, Spagna e numerosi Paesi dell’Est quali Romania, Croazia, Ungheria, Cecoslovacchia, ha il netto predominio. Fuori dai confini europei si segnalano Emirati Arabi, Bahrein, Cuba e Messico.
Distribuzione Moderna, 22 aprile 2019

VAI ALL’ARTICOLO