In un periodo di crisi continuare a proporre alcuni modelli di ruolo in uno Store, è una follia.
Ho fatto la mia prima esperienza nel mondo dei social network, qualche anno fa, con un post in cui proponevo il mio punto di vista sulle potenzialità inespresse da parte dei Retail Store Seller e su quanto, valorizzando il loro contributo, si possa affrontare diversamente la crisi. In quell’occasione (Il grande Lebowski e lo store manager) ho proposto il bowling come una metafora per lo Store, bowlinganalizzando i nessi secondo me possibili. Propongo la lettura di quel post, magari dopo aver visto lo spezzone del film dei fratelli Coen che ho utilizzato per la metafora. Molto interessanti sono anche i commenti ricevuti ricchi, stimolanti e che hanno allargato ad altre realtà professionali la mia proposta.

Perché la considero una delle possibili risposte alla crisi? Perché considero che occorra puntare ad una Sales Effectiveness in store? Perché continuo ad entrare in Store situati in posizioni strategiche (molto spesso), accoglienti (non sempre), con arredamenti bellissimi (alcuni discutibili), con prodotti affascinanti (o che dovrebbero affascinare) e assortiti, con promozioni e sconti (sempre più spesso), ma allo stesso tempo continuo ad assistere a scene di assoluta passività da parte dei Retail Store Seller.

Non mi interessa incolpare qualcuno. Voglio evidenziare che manca la consapevolezza rispetto al ruolo di Retail Store Seller, Venditori!!! Quel ruolo che dovrebbe esplorare i shoppingbisogni dei clienti, aiutare nella scelta, arricchire la proposta per una maggiore soddisfazione, creando quell’emozione che poi determina il vero piacere nell’acquisto. Quando, nella mia veste di cliente, faccio un acquisto mi domando: ho comprato oppure ha venduto? E se lui ha saputo vendermi qualcosa che a me piace e mi fa star bene sono più felice, consapevole del fatto che forse non l’avrei mai trovato senza il suo aiuto. In questo modo posso pensare che mi abbia garantito la soddisfazione nell’acquisto di ciò che volevo e che abbia permesso alla sua azienda di realizzarsi in termini di efficacia nella vendita. Questa sensazione capita solo a me?

Esiste il modo per creare queste condizioni. Occorre fare in modo diverso, valorizzando i singoli contributi, aiutando il Retail Store Seller a riconoscersi capace, partendo dall’inizio della filiera Retail sino ad arrivare allo Store Manager, il quale determina una buona parte dei comportamenti dei suoi collaboratori, orientandoli verso una Sales Effectiveness in store.

Creare le condizioni per evitare che lo store sia frequentato dai fantasmi, come argomento nel post successivo Trasformare i fantasmi in clienti.

Crisi: (dal greco κρίσις, scelta: è un cambiamento traumatico o stressante per un individuo, oppure una situazione sociale instabile e pericolosa).
Follia: ripetere continuamente la stessa azione e aspettarsi un risultato diverso.


quote-caretail-03